Ipermetropia

L’ipermetropia è il contrario della miopia: la curvatura della cornea è troppo lieve e ciò provoca la messa a fuoco delle immagini dietro la retina. Ne consegue che anche in giovane età la visione a distanza è chiara, ma gli oggetti posti vicino all’occhio sono sfocati.

occhio-ipermetrope

Per vedere in modo nitido, è necessario spostare più avanti il fuoco delle immagini, grazie all’azione di lenti positive che fanno convergere i raggi luminosi sulla retina. Gli occhiali, dunque, ‘tirano’ sulla retina le immagini scarsamente messe a fuoco.

L’ipermetropia viene corretta dal Dott. Salvatore Giugno tramite l’impiego di diverse tecniche: dopo l’accurata definizione di un progetto visivo creato sulla base delle esigenze del paziente e della sua condizione visiva, per correggere l’ipermetropia il chirurgo può optare per le tecniche LASIK o LASIK Xtra, oppure ASA o ASA Xtra. Laddove l’entità del difetto visivo da correggere sia particolarmente elevata, o non sussistano i paramentri minimi per l’esecuzione di un intervento tramite laser ad eccimeri (come ad es. lo spessore corneale) si potrà optare per un intervento intraoculare quale la lensectomia refrattiva.